Indennità Decreto Cura Italia – Primi chiarimenti dall’INPS

Indennità Decreto Cura Italia – Primi chiarimenti dall’INPS

Per gran parte delle indennità e agevolazioni previste dal  D.L. n. 18/2019 c.d. “Decreto Cura Italia” l’ente erogatore designato è l’Inps, al quale spetta di conseguenza definire le modalità di presentazione delle domande.

L’istituto ad oggi non ha ancora provveduto a stabilire le procedure di accesso. Nel Messaggio n. 1288 del  20 Marzo, ha “promesso” che queste saranno rese disponibili entro la fine del mese di Marzo, una volta ultimato l’adeguamento delle procedure informatiche. Si ricorda, a tal proposito, che la presentazione delle domande sarà ESCLUSIVAMENTE telematica.

Soggetti già in possesso di credenziali

In attesa dei necessari chiarimenti, è stato pubblicato in data di ieri il Messaggio n. 1381 tramite il quale l’ente ha fornito le prime indicazioni in merito alle credenziali per l’accesso al portale e la presentazione delle istanze con specifico riferimento alle seguenti misure ( Qui trovi il nostro articolo con tutti i dettagli):

  • indennità professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa;
  • indennità lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’AGO;
  • indennità lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali;
  • indennità lavoratori del settore agricolo;
  • indennità lavoratori dello spettacolo;
  • bonus per i servizi di baby-sitting.

Per richiedere le prestazioni sopra elencate, qualora si sia già in possesso di una delle seguenti tipologie di credenziali per accedere al portale:

  1. PIN dispositivo rilasciato dall’Inps (per alcune attività semplici di consultazione o gestione è sufficiente un PIN ordinario);
  2. SPID di livello 2 o superiore;
  3. Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE);
  4. Carta Nazionale dei Servizi (CNS)

queste potranno essere utilizzate anche per l’inoltro delle domande.

Procedura semplificata

Coloro i quali non fossero in possesso di alcuna delle predette credenziali potranno usufruire della nuova modalità semplificata. Quest’ultima consente di compilare e inviare le specifiche domande per le indennità previste dal “Decreto Cura Italia”, previo inserimento della sola prima parte del PIN, ricevuto via SMS o e-mail, dopo averlo richiesto tramite portale o Contact Center.

I canali tramite i quali è possibile richiedere il PIN sono i seguenti: 
– sito internet www.inps.it, utilizzando il servizio “Richiesta PIN”;
– Contact Center, chiamando il numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa), oppure 06164164 (a pagamento da rete mobile).

Una volta ricevute (via SMS o e-mail) le prime otto cifre del PIN, potranno essere immediatamente utilizzate in fase di autenticazione per la compilazione e l’invio dell’istanza on line per le sole prestazioni sopra individuate.

Si allega il messaggio Inps n. 1381 del 26 marzo 2020 in originale.

Lo Studio informerà la propria clientela quando saranno emanate le procedure di accesso alle indennità.

 

 

Messaggio INPS n. 1381 del 26 Marzo 2020 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *